Endorphin – Endorfina

Testo originale
Testo ©1993 Umbra et Imago
Traduzione
Traduzione ©2014 Daniele Benedetti

Caught in a dark and sterile world
life fading like an withered leaf
lonely like an empty lake
I’m walking through the fields
now the black coldness reaches me, too
merciless and against my will
thoughts on the edge of madness
picture of unimaginable force
and I see my own heart
getting harder and colder
Endorphin deadens my senses
more and more.

My blood boils with rage, full of euphoria
I feel this power in the air
in the transport of night
in the transport of time
something deep takes over the domination
the force is stronger than me
ecstasy is spreading
I can ‘t control my mind

In a state of total isolation
the suffering decides my behaviour
the common sense is cut off
like pale tissue
the bloodlust begins
bizarre pictures rotating wild
a black shape
is eating my interior
cold light catches myself
and I break her body into two
the awakening is cruel
I don’t know, what’s happening to me

My fingers are stained with blood
the guilt stains red on my hands
the shouts of the father
so yelling and agonizing
probe into my brain
I’d like to change
but Endorphin deadens my senses

Nothing can stop me
Endorphin
Nothing can stop me
Endorphin I’m falling deep, deep
Endorphin

Sharp metal penetrates the frame
blood streams, slides into the dark nothing
thoughts are running, dropping
the elixir of life clots
the fight slowly
a thread of gloom and pain breaks
sucked out, but full of dreams
at last breathe escapes into the night

Prigioniero in un mondo oscuro e sterile
la vita svanisce come una foglia appassita
solitario come un lago vuoto
Sto camminando attraverso i campi
adesso la nera freddezza mi raggiunge, troopo
spietata e contro la mia volontà
pensieri al margine della pazzia
immagine di una forza inimmaginabile
e vedo il mio stesso cuore
che diventa più duro e più freddo
l’endorfina affievolisce i miei sensi
sempre di più

Il mio sangue bolle con rabbia, pieno di euforia
Sento questo potere nell’aria
nel trasporto della notte
nel trasporto del tempo
qualcosa di profondo prende il controllo della dominazione
la forza è più forte di me
l’estasi si sta diffondendo
non posso controllare la mia mente

In uno stato di isolamento totale
la sofferenza decide il mio comportamento
il senso comune è tagliato
come tessuto pallido
la voglia di sangue comincia
immagini bizzarre ruotano selvaggiamente
una forma nera
sta mangiando il mio interno
luce fredda mi cattura
e io spezzo il suo corpo in due
il risveglio è crudele
Non so, cosa mi sta succedendo

Le mie dita sono sporche di sangue
le colpevoli macchie rosse sulle mie mani
le grida del padre
così urlante e agonizzante
una sonda nel mio cervello
vorrei cambiare
ma endorfina affievolisce i miei sensi

Niente può fermarmi
Endorfina
Niente può fermarmi
Endorfina sto cadendo profondamente, profondamente
Endorfina

Metallo affilato penetra il corpo
il sangue scorre, scivola dentro l’oscuro nulla
i pensieri stanno correndo, cadendo
l’elisir di vita coagula
la battaglia lentamente
rompe un filo di malinconia e dolore
succhiato, ma pieno di sogni
all’ultimo respiro fugge nella notte

Torna a traduzioni Umbra et Imago