Ad mortem festinamus – Ci avviciniamo alla morte [1]

Testo originale
Llibre Vermell de Montserrat
Traduzione
Traduzione ©2014 Daniele Benedetti

Ad mortem festinamus
Peccare desistamus
Ad mortem festinamus

Scribere proposui
De contemptu mondano
Ut degentes seculi non mulcentur in vano
Iam es hora sugere a sompno moris pravo
Ad mortem festinamus
Peccare desistamus

Vita brevis breviter in brevi finietur
Mors venit velociter
Que neminem veretur
Omnia mors perimit
Et nulli miseretur
Ad mortem festinamus
Peccare desistamus
Ad mortem festinamus
Peccare desistamus

Ni conversus fueris et sicut puer factus
Et vitam mutaveris in meliores actus
Intrare non poteris regnum Dei beatus
Ad mortem festinamus
Peccare desistamus
Ad mortem festinamus
Peccare desistamus
Ad mortem festinamus

Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare
Ci affrettiamo verso la morte

Mi sono promesso di scrivere
Sul disprezzo del mondo
Affinché non danneggi invano chi ci vive nei secoli
Già è ora di svegliarci dal cattivo sonno della morte
Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare

La vita è breve e si estingue in poco tempo
La morte, che non teme nessuno
Arriva velocemente
La morte annienta tutto
E non ha compassione di nessuno
Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare
Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare

Se non ti converti e ti rendi (puro) come un fanciullo
E non trasformi la vita in azioni migliori
Non potrai entrare beato nel regno di Dio
Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare
Ci affrettiamo verso la morte
Smettiamo di peccare
Ci affrettiamo verso la morte

[1] Il testo è un’estratto del “Llibre Vermell de Montserrat”, un manoscritto medievale che contiene canti liturgici in Latino. Quello in questione si parla dell’inevitabilità della morte e, quindi, della necessità di smettere di peccare.

Torna a traduzioni Subway to Sally

 

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 0 Media Voto: 0]