Negativ – Negativo

Testo originale
Testo ©1997 Megaherz
Traduzione
Traduzione ©2007 Daniele Benedetti

Ich bin das Dunkel in der Nacht
das Szepter deiner Macht
Ich bin der Schweiß auf deiner Stirn
der Schmerz in deinem Hirn
Ich bin das Eis das dich nicht trägt
das Leid das dich bewegt
Ich bin der Zorn in deinem Wort
Pass auf
Ich bin die Wahrheit die du hasst
der Zug den du verpasst
das Bleigewicht am Bein
Ich lass dich nie allein
Ich bin die Angst die an dir nagt
die Frau die sich beklagt
Ich bin der Abfall den du frisst
wenn du einsam bist

Ich sitze zu tief
Ich sitze zu tief
Ich sitze zu tief in
Ich sitze zu tief in
Ich sitze zu tief in dir

Ich bin dein
Ich bin ich bin ich bin
dein Negativ

Ich bin das Gift in deinem Blut
das Weiße deiner Glut
Ich bin die Angst in deinem Herz
der Schmerz
Ich bin der Strick in deiner Hand
Ich stell dich an die Wand
Ich bin die Seuche die dich quält
das Ego das dir fehlt
Ich bin das Seil das dich nicht hält
die Last die auf dich fällt
der Feind den du nicht siehst
vor dem du fliehst

Sono il buio della notte
lo scettro del tuo potere
Sono il sudore sulla tua fronte
il dolore nel tuo cervello
Sono il ghiaccio che non ti sostiene
il dolore che ti muove
Sono la rabbia nelle tue parole
fai attenzione
Sono la verità che odi
il treno che perdi
il piombino sulla gamba
Non ti lascio mai solo
Sono la paura che ti rosicchia
la donna che si lamenta
Sono gli avanzi che divori
quando sei solo

Sono troppo profondamente
Sono troppo profondamente
Sono troppo profondamente in
Sono troppo profondamente in
Sono troppo profondamente in te

Sono il tuo
Sono, sono, sono
il tuo negativo

Sono il veleno nel tuo sangue
il rosso che vedi [1]
Sono la paura nel tuo cuore
il dolore
Sono la corda nella tua mano
Ti mando al muro (alla fucilazione)
Sono il flagello che ti tormenta
l’ Ego che ti manca
Sono la corda che non ti tiene
il peso che cade su di te
il nemico che non vedi
davanti al quale supplichi

[1] La frase “das Weiße deiner Glut” (“il bianco del tuo ardore”) è un gioco di parole su “Weißglut” (letteralmente “ardore bianco”), espressione idiomatica che significa “far arrabbiare”, “far vedere rosso a qualcuno”.

Torna a traduzioni Megaherz

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 0 Media Voto: 0]