Vollkommen – Perfetto

Testo originale
Testo ©2011 Maerzfeld
Traduzione
Traduzione ©2014 Daniele Benedetti

Gottesgleich schreit’ ich auf Erden
Schäfleinjünger dürft ihr werden
Vielleicht habt ihr es gesehen
Ich kann auch über’s Wasser gehen

Hätte ich den Krieg begonnen
So hätte ich ihn auch gewonnen
Ich bin der, den ich begehr
Ja, ich liebe mich so sehr

Spieglein, Spieglein in meiner Hand
Sag, ich bin im ganzen Land
Das Beste, das es gibt
Ich bin so sehr in mich verliebt
Spieglein, Spieglein in meiner Hand
Sag, mich liebt das ganze Land
Ich geb dem Leben einen Sinn
Weil ich so vollkommen bin

Selbst im Himmel dort die Engel
Sind bestimmt nicht ohne Mängel
Unvollkommen gibt’s nicht für mich
Nur vollkommen – das bin ich

Simile a Dio cammino sulla terra
Dovrete diventare giovani pecorelle
Forse lo avete visto
Posso anche camminare sull’acqua

Avessi cominciato la guerra
Così l’avrei anche vinta
Sono quello, che desidero
Si, amo me stesso così tanto

Specchio, specchio nella mia mano
Di’, sono in tutto il Paese
Il migliore, che c’è? [1]
Sono così tanto innamorato di me stesso
Specchio, specchio nella mia mano
Di’, mi ama tutto il Paese?
Io do’ un senso alla vita
Perché sono così perfetto

Perfino là in cielo gli angeli
Non sono certamente senza difetti
Imperfetto non fa per me
Solo perfetto – quello che sono

[1] La frase richiama la celebre domanda che la matrigna di Biancaneve rivolgeva allo specchio, in particolare quella della versione originale dei fratelli Grimm, che recita: “Spieglein, Spieglein an der Wand, wer ist die Schönste im ganzen Land?” (letteralmente: “Specchietto, specchietto sul muro, chi è la più bella in tutta la regione?” e che nella traduzione a cura di Italo Calvino, è diventato: “Dal muro, specchietto, favella: nel regno chi è la più bella?”.

Torna a traduzioni Maerzfeld

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 0 Media Voto: 0]