Namenlos – Senza nome [1]

Testo originale
Graf von Wickenburg
Traduzione
Traduzione ©2009 Daniele Benedetti

Tief im Schatten alter Rüstern
Starren Kreuze hier am düstern
Uferrand

Aber keine Epitaphe
Sagen uns wer unten schlafe
Kühl im Sand

Still ist’s in den weiten Auen
Selbst die Donau ihre blauen
Wogen hemmt

Denn sie schlafen hier gemeinsam
Die, die Fluten still und einsam
Angeschwemmt

Alle die sich hier gesellen
Trieb Verzweiflung in der Welle
Kalten Schoß

Drum die Kreuze die da ragen
Wie das Kreuz das sie getragen
“Namenlos”

Namenlos…Wir treiben hier
Namenlos…Wir bleiben hier

Profondamente all’ombra di vecchi olmi
Spuntano croci qui sulla lugubre
Sponda della riva

Ma nessun epitaffio
Ci dice chi dorme sotto
Al fresco nella sabbia

È calmo nei vasti prati
Perfino il Danubio frena
Le sue onde blu

Perché dormono qui insieme
Quelli, che le maree hanno trasportato a riva
Silenziosi e solitari

Tutti quelli che si radunano qui
La disperazione ha spinto
Nel freddo grembo dell’onda

Perciò le croci che si ergono qui
Come la croce che hanno portato
“Senza nome”

Senza nome…Galleggiamo qui
Senza nome…Restiamo qui

[1] Il testo della canzone è una poesia del conte di Wickenburg, incisa su una lastra all’interno del cimitero dei senza nome di Vienna (Friedhof der Namenlosen), che ha dato il nome alla canzone stessa e a tutto l’album. Si tratta di un piccolo cimitero sulle rive del Danubio, dove sono sepolti anonimi sventurati ripescati dalle acque del fiume, in genere dopo un suicidio. Tornando al testo, solo le ultime due righe sono un’aggiunta di Thomas Rainer.

Torna a traduzioni L’Âme Immortelle

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 0 Media Voto: 0]