Heavenly damnation – Dannazione divina

Testo originale
Testo ©2000 Haggard
Traduzione
Traduzione ©2010 Daniele Benedetti

Suffering dementia
Unchains the secret’s bearer
Unholy visions “God forgive me!”
Are coming nearer – coming nearer, Amen!

Lux perpetua, domine

Dementia slowly unlightens the mind
And satan steals the morninglight

Domine

Viju svet V notschi tumanoi
Ne prognat mne prisrak strany
Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi
Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi

So God has found him weeping
And wrath flickered deep within His eyes
So thy shalt suffer
As long ago the one’s been crucified
The keeper of the Lord’s mark
Is rising up with this ability
Heavenly damnation
So thou shalt trust the seer…

Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi

Soffrire di demenza
Libera il latore del segreto
Visioni sacrileghe “Dio perdonami!”
Si stanno avvicinando – avvicinando, Amen!

Luce perpetua, Signore

La demenza spegne lentamente la mente
E Satana ruba la luce del mattino

Signore

Vedo la luce nella nebbia della notte
Non posso bandire lo strano fantasma
La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte
La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte

Così Dio lo ha trovato piangente
E la collera ha guizzato nel profondo dei Suoi occhi
Così dovrai soffrire
Come molto tempo fa l’uno è stato crocifisso
Il custode del segno del Signore
Sta sorgendo con questa abilità
Dannazione divina
Così ti fiderai del profeta…

La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte

Torna a traduzioni Haggard