Neun Arme – Nove braccia

Testo originale
Testo ©1983 Einstürzende Neubauten
Traduzione
Traduzione © Daniela Ceglie

Eigentlich
hatte ich
neun Arme
vertrocknet
im Sonnenlicht
eigentlich
war’n Beine
wie Tentakeln
verkümmert
im Tagelicht
eigentlich
will ich
in die Nacht
will meine
fangarme
zurück
zurück!

Davvero
avevo
nove braccia
rinsecchite
dalla luce del sole
Davvero
le gambe erano
come tentacoli
atrofizzati
alla luce del giorno
davvero
voglio
nella notte
rivoglio
i miei tentacoli
indietro!
indietro!

Traduzione presa dal sito danielaceglie.com

Torna a traduzioni Einstürzende Neubauten