Alles in einen Topf – Tutto in una pentola

Testo originale
Testo ©2009 Die!
Traduzione
Traduzione ©2018 Walter Biava

Was rumpelt und pumpelt
in meinem Bauch herum?

Ziegenbart und Köterwichse
alles in einen Topf
Nabelschnur und vier Pfund Torf
alles in einen Topf
Weinstein aus ‘ner Silberbüchse
alles in einen Topf
Hoden eines Matadors
alles in einen Topf
(und keine Ostereier)

Das Feuer ist geschürt, das Wasser kocht,
meine Hände gefesselt
ich bin bereit zu garen, mich zu paaren
das Feuer ist geschürt, das Wasser kocht,
meine Hände gefesselt
ich bin bereit zu garen,
ich darf jetzt in den Kessel

Wasser, heisses Wasser!
Ich schwitze in der Hitze, ich verbrenne in der Glut

Salzgebäck aus Tränengas
alles in einen Topf
ein Stoßgebet und Langeweile
alles in einen Topf
Katzendreck und Vorurteile
alles in einen Topf
Lidocain und zerbrochenes Gras
alles in einen Topf
(und ein gülden Teufelshaar)

‘nen ganzen Liter Knochenleim
und ‘ne kleine Kellerassel
‘ne Messerspitze Dankesschleim
‘nen ganzen Liter Knochenleim
und ‘ne kleine Kellerassel
das muß noch in den Kessel

Wasser Marsch!
Heisses Wasser!

Was rumpelt und pumpelt
in meinem Bauch herum?
Ist es ‘ne kleine Zicke,
oder was liegt quer und krumm?
Was rumpelt und pumpelt
in meinem Bauch herum?
Im Magen einen Stein
und in den Knochen keinen Mumm

Was rumpelt und pumpelt
in meinem Bauch herum?

Ich schwitze in der Hitze, ich verbrenne in der Glut

Wasser Marsch!
Heisses Wasser!

Ich schwitze in der Hitze, ich verbrenne in der Glut

Was rumpelt und pumpelt
in meinem Bauch herum?

Cosa fa casino ed urta
il mio stomaco?[1]

Barba caprina e sperma di cane
tutto in una pentola
cordone ombelicale e quattro libbre di torba
tutto in una pentola
Tartaro fatto di bossolo d’argento
tutto in una pentola
testicolo di un matador
tutto in una pentola
(e nessuna uova di Pasqua)

Il fuoco è fomentato, l’acqua bolle,
le mie mani legate
io sono pronto a cuocere a fuoco lento, ad accoppiarmi
Il fuoco è fomentato, l’acqua bolle,
le mie mani legate
io sono pronto a cuocere a fuoco lento,
ora io posso (andare) al bollitore

Acqua, acqua bollente!
Io sudo nella gran calura, io brucio nella brace

Salatini di gas lacrimogeno
tutto in una pentola
una giaculatoria e noia
tutto in una pentola
roba di poco conto e pregiudizio
tutto in una pentola
lidocaina ed erba tagliata
tutto in una pentola
(ed un capello d’oro del diavolo)

Un litro intero di colla d’ossa
ed un piccolo onisco delle cantine
un pizzico di crema di gratitudine
un litro intero di colla d’ossa
ed un piccolo onisco delle cantine
che deve ancora (andare) nel bollitore

Acqua, via!
Acqua bollente!

Cosa fa casino ed urta
il mio stomaco?
È una piccola capretta,
oppure cosa giace di traverso e storto?
Cosa fa casino ed urta
il mio stomaco?
Nello stomaco una pietra
e nelle ossa nessuna energia

Cosa fa casino ed urta
il mio stomaco?

Io sudo nella gran calura, io brucio nella brace

Acqua, via!
Acqua bollente!

Io sudo nella gran calura, io brucio nella brace

Cosa fa casino ed urta
il mio stomaco?

[1] La frase è tratta della favola Il lupo e i sette capretti, in particolare è ciò che dice il lupo dopo il risveglio quando crede di non aver digerito i capretti mentre in realtà si ritrova ad avere delle pietre nello stomaco.
Il brano non ripercorre la favola, ma allude in diverse occasioni ad essa.

Torna a traduzioni Die!