Patrick OstfrontVi propongo la traduzione dell’ottima intervista con Patrick Lange, fondatore e leader degli Ostfront, pubblicata sul numero di Marzo della rivista russa “Dark Times”. Patrick parla della sua band, di come è iniziato questo progetto molto lontano dalle sonorità medievali che finora hanno accompagnato la sua carriera e finalmente si sbilancia sulle date di pubblicazione dei primi lavori! Molto interessante (e insolita) anche la parte in cui Patrick spiega il suo rapporto “professionale” con la musica e in cui affronta l’inevitabile “confronto” con i Rammstein.

Dark Times: Ciao, Patrick. Gli OSTFRONT sono nati da poco e non sono in molti a conoscere il gruppo, che tuttavia ha già trovato una sua audience. Raccontaci la storia della band, il concept, l’obiettivo…

Patrick OSTFRONT: Tutto è cominciato quando ancora suonavo nei Corvus Corax e nei Tanzwut. Avevo lavorato su una nuova canzone per i Tanzwut e avevo composto una parte molto forte che ricordava un po’ i Rammstein. Quando sono tornato in studio il giorno successivo, ho avviato il computer e la traccia era stata cancellata. Ho trovato un biglietto da uno degli altri membri del gruppo: “Scusa, sembrano i Rammstein” e questo mi ha fatto un po’ arrabbiare perché i Rammstein stanno vendendo milioni di dischi e questo significa che deve esserci qualcosa che funziona nel loro stile musicale. Nello stesso periodo il vocalist dei Mad Sin mi aveva contattato e mi aveva chiesto se volevo partecipare ad un suo progetto musicale. Così ho scritto un’intera canzone che suonasse come una dei Rammstein. Dopo avergliela inviata non si è mai più fatto sentire.
Ma avevo questa canzone molto forte e così ho scritto un testo e l’ho completata. Tutto è cominciato così.

Dark Times: Perché hai chiamato il gruppo OSTFRONT?

Patrick OSTFRONT: Perché veniamo dalla parte orientale della Germania e amiamo la Russia.
La cultura della Germania orientale è fortemente influenzata da quella russa e la gente è molto simile nel comportamento e nelle opinioni.
Berlino Est sembra identica a Mosca, in alcune zone. C’è una grande strada a Mosca che è uguale a quella in cui abito.

Dark Times: La tua voce viene paragonata a quella di Till Lindemann. Sei un suo fan?

Patrick OSTFRONT: Oh, amo la sua opera e l’intero concept dei Rammstein.

Dark Times: Gli OSTFRONT non sono un “fan group” dei Rammstein?

Patrick OSTFRONT: Penso di aver fatto troppa musica nella mia vita per essere fan di una band.
Per me la musica non è un mezzo per il mio divertimento personale. Essa è parte del mio lavoro e ascolto musica solo per analizzare come è composta, prodotta e come le persone reagiscono ad essa. È un po’ come se lavori da McDonalds. Dopo un po’ non ti va’ più di mangiare hamburger e cominci a pensare a come aprire il tuo ristorante (ride).

Dark Times: Quali sono i piani per il futuro degli OSTFRONT?

Patrick OSTFRONT: Al momento scriviamo canzoni e stiamo cercando una casa discografica. E stiamo fissando concerti per cominciare tutto.

Dark Times: Il vostro look aggressivo nelle immagini e a volte nei testi… Non temi che molte persone non saranno in grado di afferrare questo significato? Specialmente in televisione e, forse, ai concerti.

Patrick OSTFRONT: Gli Ostfront sono come un film horror. Intrattenimento scioccante. Se così tanta gente guarda gli horror, può guardare anche uno show degli Ostfront.
E specialmente per i giovani sarà facile scioccare i propri genitori diventando fan degli Ostfront (ride).

Dark Times: Perché la band ha cambiato cantante? Dicci qualcosa sui membri del gruppo.

Patrick OSTFRONT: Perdo la voce troppo in fretta. Suona bene, ma dopo aver cantato per due ore non mi esce più una parola. E non puoi andare in tour con un cantante che rimane senza voce dopo il primo concerto. Chris è un caro amico da molto tempo e pensiamo nella stessa direzione. È un buon cantante e un grande intrattenitore. Quindi sono felice che sia lui il nuovo cantante della band.

Dark Times: Quando pubblicherete l’album di debutto?

Patrick OSTFRONT: Questo dipende da quanto in fretta troveremo qualcuno con cui collaborare. Spero di poter pubblicare un primo singolo in estate.

Dark Times: State organizzando concerti in un futuro prossimo?

Patrick OSTFRONT: Si abbiamo molti programmi. Vogliamo girare tanto con il nostro tour.

Dark Times: E pensate di suonare in Russia?

Patrick OSTFRONT: Assolutamente!!! Russia e Germania sono le piazze che ci interessano di più.

Dark Times: Grazie per le risposte, Patrick!

Patrick OSTFRONT: Grazie per l’intervista e tanti saluti a tutti i nostri amici in Russia.

 

Intervista originale di Alyona Plaksina (Lelio Nihil)