Coronavirus: Till Lindemann in terapia intensiva

La notizia shock riportata dalla Bild: il cantante dei Rammstein sarebbe positivo al Covid-19 e ricoverato in terapia intensiva a Berlino. In serata la smentita

Dramma Coronavirus per Till Lindemann: secondo quanto riportato dalla Bild il cantante dei Rammstein sarebbe in quarantena e in terapia intensiva a causa del Covid 19.

La testata tedesca riferisce che dopo il rientro dal tour in Russia con il suo progetto solista (ultimo concerto di Mosca del 15 marzo, dopo che quelli successivi sono stati annullati a causa dell’emergenza sanitaria) Lindemann avrebbe accusato febbre alta e problemi respiratori: ricoverato in ospedale a Berlino sarebbe arrivato il responso: polmonite e positività al Coronavirus.

Attualmente il cantante (57 anni) si troverebbe ancora ricoverato in terapia intensiva, ma le sue condizioni sarebbero in miglioramento.

AGGIORNAMENTO: in serata sulla pagina ufficiale dei Rammstein è apparso il seguente comunicato che conferma il problema di salute di Till, ma smentisce che si tratti di Covid-19:

Till Lindemann è stato ricoverato in ospedale dal medico della band ieri sera. Till ha trascorso una notte in terapia intensiva e oggi sarà trasferito in un altro reparto perché sta meglio. Il test per il coronavirus è stato negativo.

 

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 11 Media Voto: 4.7]