ASP: Alexandre Asp Spreng

Intervista con Asp, istrionico e carismatico frontman della band ASP

Asp, fondatore, autore e cantante degli ASP, ci parla del suo lavoro e dei suoi progetti per il futuro, mentre la band si appresta a festeggiare i 15 anni di carriera.

Prima di tutto, devo ringraziarti per aver accettato questa intervista. Vorrei chiederti alcune notizie sugli ASP, per riportarle ai fan italiani. Cominciamo con alcune domande.

Come si è formata la band ed è cominciato tutto? Quando hai iniziato a suonare?

La band non si è formata veramente come band. Abbiamo iniziato come duo, perché non volevamo essere implicati in tutte quelle noiose discussioni con cui qualche volta devi avere a che fare, quando troppe persone provano a portare la loro opinione ad una materia creativa. Ma siccome abbiamo notato molto presto che non potevamo fare a meno della parte live e di suonare sul palco, abbiamo chiesto ad alcuni amici di formare la nostra live band. Personalmente ho iniziato con la musica, quando avevo sedici anni. Secoli…Voglio dire, pochi anni fa ;)

Scrivi molte canzoni…Qual’è la tua preferita e perché?

È sempre la prossima, perché scrivere e comporre per me significa molto ed è la parte più appagante dell’intera vita da musicista.

Quali sono le canzoni che descrivono meglio Asp come cantante e la sua vita personale? Quanto di te stesso si riflette nel personaggio della “farfalla nera”?

C’è un’interpretazione sbagliata piuttosto diffusa a proposito degli ASP e cioè il fatto che I testi riflettano la mia vita. Vedo me stesso come autore, un autore di romanzi gotici. Ma naturalmente ci sono alcuni sentimenti molto personali nei testi, senza I quali niente sarebbe così intenso.

I tuoi testi sono come un romanzo con un significato molto profondo; è difficile comporre e produrre questo tipo di musica?

È un inferno. E si, è suprema felicità!

Alcune canzoni sono in Inglese: è possibile perdere una parte di significato nella traduzione?

Quando scrivo in Inglese faccio davvero uno sforzo ulteriore mentre scrivo, per assicurarmi che questo non accada. Sono una persona molto anglofila, amo la lingua e negli ultimi anni ho trovato delle persone che hano recensito le mie canzoni in modo così profondo che meritano di essere pubblicate. Non così nei primi anni, devo confessare. Ma tutti viviamo per imparare, no?

Perché gli ASP non creano un video con tutti i membri? Per esempio sarebbe molto interessante conoscere la storia di “Horror Vacui”.

È perché siamo troppo poveri ;)

Gli ASP sono interessati a suonare in Russia? Altre band tedesche hanno fatto lo stesso (Rammstein, Eisbrecher, Oomph!, Ost+Front). Perché pensi che le band tedesche siano così attratte dalla Russia e perché il pubblico russo le ama così tanto?

Sono attratto da ogni tipo di pubblico, quindi sicuramente mi piacerebbe suonare in Russia. Non ho la minima idea sul perché ci sia questo grande interesse per le band tedesche. Forse è di moda? Ma non siamo riusciti a suonare là, quindi forse questa moda sta già passando?

Nel 2001 avete pubblicato un CD intitolato “Die Zusammenkunft”, che è una collaborazione con altre band. Pensi che sia una pietra miliare nella vostra carriera? Collaborerete ancora con altri gruppi?

Ogni CD è una pietra miliare nella nostra carriera. Si, faremo altre collaborazioni in futuro, anche se non ho progetti veri e propri al momento. È una cosa molto piacevole e si possono sempre imparare cose nuove.

Intervista Asp (Alexander Spreng)

Collaborerai ancora con Matze in futuro?

Niente affato, non c’è la minima possibilità.

Nel 2012 hai pubblicato un libro intitolato “Der Fluch”: puoi dirci di più su questo progetto? Cosa ti ha ispirato? Pensi di scriverne un altro in futuro?

“Der Fluch” (la maledizione) è un romanzo gotico, raccontato allo stesso tempo come romanzo epistolare e come poesia. Racconta una storia veramente da brividi su qualcuno che ha perso tragicamente il suo amante in un terribile incidente e, come ogni protagonista di un romanzo gotico è obbligato a fare, prova a rianimarlo! Ho in programma un nuovo libro al momento, ma non sarà lungo come “Der Fluch”. 158 versi di poesia non sono qualcosa che fai tutti i giorni, almeno per me ;)

Con “Requiembryo” la saga della farfalla nera si è chiusa definitivamente. Hai in mente un altro progetto simile?

Si, è il “Fremder-Zyklus”. Abbiamo pubblicato la seconda parte della storia lo scorso anno (“Maskenhaft”) e pubblicheremo la prossima parte nel 2016. Nel 2015 ho atri piani per un nuovo CD, che sarà una collaborazione con un autore che è piuttosto famoso in Germania.

È vero che sei nato in Francia? Sei sposato/hai figli?

Non sono nato in Francia. Di tutte le voci che girano su di me, questa può essere la meno conosciuta. Del mio stato di famiglia preferisco non parlare, ma non sono sposato al momento…

Durante i live coinvolgi il pubblico facendolo cantare e parlando con loro: come ti senti per questo?

Alla grande.

Una volta l’anno, gli ASP organizzano un meeting per “Die Zusammenkunft Forum”, dove ognuno si siede, mangia e beve: dove si svolge questo raduno? Incontri abitualmente i fan dopo i concerti?

Il luogo del raduno è top secret. Non mangiamo e beviamo solamente, ma parliamo e ridiamo anche molto. Normalmente non incontro i fan dopo i concerti, ma qualche volta lo faccio.

Tutti i fan stanno aspettando gli ASP fuori dalla Germania: avete in programma un concerto in Italia in futuro?

Non sapevo che gli ASP sono conosciuti in Italia, fino a questo momento! Chissà? Forse questo è il primo passo per un concerto…?

Gli ASP possono sopravvivere senza musica? Quali sono i tuoi programmi per il futuro? Nuovo album, nuovo tour europeo, un altro unplugged?

Gli ASP non possono sopravvivere senza musica. Stiamo organizzando un tour in Germania in autunno, una cosa speciale per il nostro 15° anniversario. Abbiamo in programma anche una nuova antologia, una selezione delle migliori canzoni degli ASP! Dopo questo scriverò il prossimo album e con la mia seconda band “Asps Von Zaubererbrüdern” farò un tour all’inizio del 2015. Nessun riposo per i malvagi, come vedi :)=

Tina Troccoli

Torna e elenco interviste

Hai trovato utile questo articolo?
[Voti: 1 Media Voto: 5]