Varg

I Varg sono una band tedesca proveniente da Coburg, fin dalla sua formazione nell’anno 2005 c’è stato un costante cambiamento nello stile musicale. Agli inizi suonavano un puro Pagan Metal, per poi trovarsi oggi ad usare grandi influenze NDH e Melodic Death Metal. La band polarizza particolarmente, soprattutto a causa di brani che ricordano le marce militari, presenti soprattutto nell’album Blutaar del 2010.

  • Generi: Pagan Metal, Viking Metal
  • Attività: 2005-oggi
  • Provenienza: Coburgo, Germania
  • Etichetta: Napalm Records
  • Studio album: 5
  • Testi e traduzioni

Varg logo

Formazione

Membri attuali

  • Silvester „Fenrier“ Grundmann (batteria)
  • Philipp „Freki“ Seiler (chitarra dal 2005) (voce dal 2009)
  • Patrick „Hati“ Zarske (chitarra dal 2008)

Ex membri

  • “Nivel” (basso) (2005-2006)
  • “Da’ath” (chitarra) (2005-2006)
  • “Frost” (voce) (2005-2006)
  • Sebastian „Geri“ Feick (basso dal 2006 al 2007) (voce e chitarra dal 2007 al 2008)
  • Bastian „Draugr“ (voce) (2008-2009)
  • Martin „Skalli“ (chitarra) (2010-2013)
  • Timo „Managarm“ Schwämmlein (voce e basso) (2008-2018) chitarra (2013-2018)

Biografia

La band fu fondata a Coburg nel 2005 dal chitarrista Philipp “Freki“ Seiler e dal batterista Silvester “Fenrier“ Grundmann; poco dopo si aggiunsero il bassista “Nivel”, il cantante “Frost“ ed il chitarrista “Da’ath“.

Il nome è ispirato alla mitologia norrena e dal norreno antico “vargr” (lupo); i componenti hanno dichiarato più volte che non ha nulla a che fare con Varg Vikernes; fin dai primi anni di formazione (come ad esempio in una intervista per la Legaccy Magazin, nel 2007).

La prima apparizione pubblica avvenne nel 2005 come gruppo d’apertura per i Sintech, poco dopo “Nivel” lasciò il gruppo ed al suo posto venne Sebastian “Geri“ Feick.

Nel 2006 anche “Da’ath” lascia il gruppo e con questa nuova formazione viene pubblicato la demo Donareiche, contenente un unico brano, presente poi nel primo album.

Nel 2007 viene pubblicato il loro primo album”Wolfszeit”, ma non senza un’ulteriore cambio di line-up, infatti “Geri” cambia ruolo da bassista a cantante e chitarrista; si inserisce Thomas “Skoll“ Winkelmann in qualità di bassista e “Frost” invece lascia il progetto.

Nello stesso anno viene allestito per la prima volta il Wolfszeit Festival, ideato direttamente da Seiler.

Nel 2008 “Skoll” e “Geri” lasciano i Varg ed al loro posto subentrano Timo “Managarm“ Schwämmlein e Patrick “Hati“ Zarske; in quell’anno si aggiunge anche Bastian “Draugr“ alla voce.

Nel 2008 viene rilasciato lo split Schildfront condiviso con la band Pagan Metal Minas Morgul e nello stesso mese il DVD Live am Wolfszeit Festival.

Il cantante “Draugr” abbandona già nel 2009 e non viene sostituito, poiché da quel momento Freki svolge il doppio ruolo di chitarrista e cantante.

Nel 2009 sarebbe dovuto uscire il secondo album Blutaar, ma la Nuclear Blast, che aveva da poco messo sotto contratto la band, si rifiutò a causa di presunte voci di atteggiamenti da estrema destra.
I Varg annullarono l’accordo con la Nuclear Blast e riuscirono a pubblicare l’album nel 2010 mediante la NoiseArt Records, etichetta fondata dal promotore del concerto austriaco Rock the Nation.

In occasione del secondo album i Varg iniziarono il loro primo tour europeo ed in estate si esibiscono in alcuni dei più importanti festival europei.

Nel 2010 si aggiunge Martin „Skalli“ come secondo chitarrista.

Nell’ottobre dello stesso anno si recano in studio per registrare il loro terzo album “Wolfskult” che esce il 4 marzo 2011 posizionandosi al n.33 nelle classifiche degli album tedeschi.

Dopo 8 settimane di lavoro, nell’ottobre 2012 esce il quarto album “Guten Tag”, sempre tramite la NoiseArt Records; in occasione dell’album furono girati due video appoggiandosi alla crew polacca Grupa13 e fu preceduto dall’EP “Legacy” contenente una traccia ottenibile tutt’ora solo all’interno di tale EP.

Nelle classifiche tedesche l’album arriva al 25° posto in Germania ed al 45°in Austria; il tuor promozionale ha portato la band a suonare assieme a Wintersun ed Eluveitie per la prima volta negli Stati Uniti ed in Canada.

Nel 2013 il chitarrista “Skalli” si separa dalla band.

Nel luglio del 2015, la band cambia casa discografica e passa alla Napalm Records, con la quale pubblica nel 2015 l’EP Rotkäppchen e nel 2016 il quinto album “Das Ende aller Lügen”; il quale contiene nella versione estesa le medesime tracce in inglese.

Nel 2017 viene anche pubblicato il nuovo EP Götterdämmerung.

Nell’ aprile del 2018, dopo 10 anni, Timo “Managarm“ Schwämmlein lascia la band.

Stile

 

I Varg hanno cambiato stile musicale nel corso del tempo.

I primi due album sono stati considerati nella maggior parte delle recensioni come album Pagan Metal.

Il terzo album Wolfskult può essere considerato simile ai due precedenti, ma con qualche influenza NDH ed allo stesso tempo con una leggera influenza black metal sporadica su un paio di brani (in particolare nei brani Naglfar e Blutdienst III).

Il più forte cambiamento di stile lo si riscontra nel quarto album, con una maggiore influenza NDH ed un allontanamento dai testi basati su mitologia norrena, sostituiti da brani di protesta, simili a quelli della band Böhse Onkelz.
Tale sviluppo è stato proptratto anche nel quinto album, esplorando nuove infuenze Metalcore e Melodic Death Metal.
Le voci sono prevalentemente gutturali, come in molti sottogeneri di metal estremo, ma ci sono spesso intermezzi acustici e folkloristi.

I testi sono sempre stati scritti in tedesco, ad eccezione del brano A Thousand Eyes.

Inizialmente si occupavano di mitologia norrena per poi abbandonarli progressivamente a favore di testi riguardanti le accuse contro la band, temi attuali, corruzione; la struttura die testi tende ad essere piuttosto semplice.

Controversie

Negli anni ci sono state diverse controversie nei confronti di Seiler; la prima risale al 2007 in occasione della prima edizione del Wolfszeit Festival, poichè nella lista degli invitati apparì Hendrik Möbus, componente della band Absurd e noto per le sue idee razziste e nazionalsocialiste.

Nel 2010, prima della firma del contratto con la Nuclear Blast, numerosi blog attaccarono la band Varg.
Tra i vari attacchi, venne mostrata una foto di Seiler che indossava una maglietta della band Absurd e venne menzionato il suo lavoro nella scena del Pagan Metal di estrema destra, quest’ultima citata nella home page di Pagan Front.

Nello stesso periodo fu creato un presunto blog della band Varg con all’interno dichiarazioni estremiste di destra; la band ha sempre sostenuto che fosse stato un attacco hacker.

Anni dopo il cantante ammise di aver compiuto qualche errore di gioventù e di come la storia della maglietta fosse una sorta di scherzo fra ragazzi („sogenannte Nazi-Spaß”), mentre per la vicenda di con Pagan Metal sottolineò di come la band non sia mai stata considerata di estrema destra, nemmeno da band appartenenti a tale ideologia.

Questa presa di distanza non fu totalmente accolta, nemmeno da Hendrik Möbus che sosteneva di come Seiler fosse troppo vecchio per poter dare la colpa ad errori di gioventù.

Il culmine delle dispute avvenne nel 2010, quando i maggiori festival furono restii a far suonare la band, scegliendo infine di soprassedere in modo più o meno silenzioso; dal Wacken Open Air che non fece nulla, fino al Ragnarök-Festival che in quell’occasione fece suonare il gruppo senza Seiler.

Col passare degli anni diverse istituzioni si convinsero del distacco di Seiler e dei Varg dalla scena di estrema destra, tant’è che oggi la band si dichara “contro i nazisti e contro i sobillatori (Varg und fans gegen Nazis und gegen Hetzer).

Discografia

Album in studio

  • 2007 – Wolfszeit
  • 2010 – Blutaar
  • 2011 – Wolfskult
  • 2012 – Guten Tag
  • 2016 – Das Ende aller Lügen

Demo

  • 2006 – Donareiche

EP

  • 2012 – Legacy
  • 2015 – Rotkäppchen
  • 2017 – Götterdämmerung

DVD

  • 2008 – Live am Wolfszeit Festival