Saltatio Mortis

I Saltatio Mortis (latino per “danza macabra”) sono una band che suona Mittelalter-Rock, fondata nel 2000 a Mannheim. Il loro motto è “Wer tanzt, stirbt nicht” (“Chi balla, non muore”).

  • Generi: Mittelalter Rock, Folk Metal
  • Attività: 2000-oggi
  • Provenienza: Mannheim, Germania
  • Etichetta: Napalm
  • Studio album: 10
  • Testi e traduzioni

Saltatio Mortis

Formazione

Membri attuali

  • “Alea der Bescheidene” – voce, cornamusa, ciaramella, scacciapensieri, chitarra
  • “Falk Irmenfried von Hasen-Mümmelstein” – ciaramella, ghironda, voce
  • “Lasterbalk der Lästerliche” – batteria, davul, percussioni, programmazione
  • “El Silbador” – ciaramella, fiati (dal 2006)
  • “Bruder Frank” – basso (dal 2006)
  • Till Promill – chitarra (dal 2012)
  • Jean Méchant “der Tambour” – percussioni (dal 2009)
  • “Luzi das L” – cornamusa, ciaramella (dal 2011)

Ex membri

  • “Dominor der Filigrane” – cornamusa, ciaramella, programmazione (fino al 2006)
  • “Die Fackel” – cornamusa, ciaramella, arpa, tastiera (fino al 2006)
  • “Ungemach der Missgestimmte” – cornamusa, ciaramella, chitarra, percussioni, programmazione (fino al 2006)
  • “Mik el Angelo” – chitarra, sistro (2006 – 2007)
  • “Cordoban der Verspielte” – cornamusa, ciaramella, cori (2006 – 2009)
  • “Thoron Trommelfeuer” – ciaramella, percussioni (fino al 2009)
  • “Samoel” – arpa, chitarra (2007 – 2012)

Biografia

I Saltatio Mortis vengono fondati nel 2000 da otto musicisti e diventano ben presto una delle band più conosciute nel panorama del Mittelalter-Rock tedesco. Da anni partecipano alle manifestazioni e fiere rievocative del medioevo, come il “Mittelalterlich Spectaculum”.

Dopo un primo album quasi completamente strumentale (“Tavernakel”) pubblicato nel 2001, ottengono un discreto successo nel 2002 con “Das zweite Gesicht”, che porta al gruppo una buona notorietà. Con i successivi “Heptessenz” ed “Erwachen” i Saltatio Mortis consolidano la loro presenza sulla scena, a fianco di artisti del calibro di In Extremo, Corvus Corax, Tanzwut e Schandmaul.

Con il successivo “Des König Henker” i Saltatio Mortis cambiano il loro stile, abbandonando l’elemento elettronico che faceva da sfondo alle loro sonorità e anche i brani precedenti vengono reinterpretati in tal senso.

Nell’Ottobre del 2006 tre degli otto membri fondatori (Dominor, Ungemach e Die Fackel) abbandonano la band e vengono rimpiazzati da quattro nuovi elementi: con questa nuova formazione i Saltatio Mortis pubblicano il nuovo album “Aus der Asche” (Agosto 2007), seguendo la svolta stilistica operata con il suo predecessore. Con “Wer Wind sæt” (2009) confermano la strada intrapresa.

Dopo tre album rock, i Saltatio Mortis pubblicano un album dal vivo interamente acustico: “Manufactum II”.

Ad Aprile 2011 esce il DVD “10 Jahre Wild und Frei”, che contiene la registrazione del concerto tenuto a Wuppertal il 15 Ottobre 2010, per festeggiare i 10 anni di attività della band. All’evento prendono parte numerosi musicisti ospiti, tra cui Doro Pesch, Eric Fisch e “Dr. Pest”.

Nel Settembre 2011 la band pubblica l’album “Sturm aufs Paradies”, ma un anno dopo il chitarrista Samoel abbandona il gruppo, sostituito da Till Promill.

Ad Agosto 2013, con la nuova formazione, escono l’album “Das Schwarze Einmaleins” e il terzo capitolo acustico “Manufactum III”.

Nel 2015 esce il nuovo album “Zirkus Zeitgeist” e nello stesso anno anche la sua versione live.

Stile

Lo stile dei Saltatio Mortis si inserisce nel panorama del Mittelalter-Rock tedesco sia per la musica, che per il contenuto dei testi. Si aggiungono anche temi come la critica all’autorità e l’esaltazione di valori immateriali.

Nella loro musica si combinano, come è tipico di questo genere, strumenti medievali e moderni. Inizialmente era presente nella loro musica anche un forte aspetto elettronico, che li avvicinava più ai Tanzwut che non a gruppi di Mittelalter-Rock tradizionale, come gli In Extremo o i Schandmaul.

I testi sono quasi esclusivamente scritti da loro (soprattutto dal batterista Lasterbalk). Anche quando abbandonano l’elettronica per un Mittelalter-Rock classico sono pochi i testi tradizionali di origine medievale che utilizzano nelle loro canzoni. Anche in questo si distinguono dagli In Extremo, che per le loro canzoni prediligono, invece, testi tradizionali dalle fonti più disparate.

Inizialmente i Saltatio Mortis alternavano un album acustico (con la musica tipica delle fiere medievali, che in Germania sono piuttosto frequenti) con uno rock: questa alternanza sembra essere finita con la pubblicazione del nuovo “Aus der Asche”, che riprende stile musicale e contenuti del precedente “Des König Henker”.

Traduzione da Wikipedia Tedesca

Discografia

Album in studio

  • 2001 – Tavernakel
  • 2002 – Das zweite Gesicht
  • 2003 – Heptessenz
  • 2004 – Erwachen
  • 2005 – Des Königs Henker
  • 2007 – Aus der Asche
  • 2009 – Wer Wind sæt
  • 2011 – Sturm aufs Paradies
  • 2013 – Das Schwarze Einmaleins
  • 2015 – Zirkus Zeitgeist

Singoli

  • 2003 – Falsche Freunde
  • 2005 – Salz der Erde
  • 2013 – Wachstum über alles

Live

  • 2005 – Manufactum
  • 2010 – Manufactum II
  • 2011 – 10 Jahre Wild und Frei
  • 2013 – Manufactum III
  • 2015 – Zirkus Zeitgeist – Live aus der großen Freiheit

Varie

  • 2016 – Licht Und Schatten – Best Of 2000 – 2014 (Raccolta)

DVD

  • 2011 – 10 Jahre Wild und Frei