Eisregen

Gli Eisregen sono una band fondata nel 1995 che suona Black Metal.

  • Generi: Black Metal, Death Metal
  • Attività: 1995-oggi
  • Provenienza: Tambach-Dietharz, Germania
  • Etichetta: Massacre Records
  • Studio album: 12
  • Testi e traduzioni

eisregen

Formazione

Membri attuali

  • Michael “Blutkehle” Roth – voce
  • Michael “Bursche” Lenz – chitarra
  • Franzi “Dr. Franzenstein” Brink – tastiera (dal 2007)
  • Ronny “Yantit” Fimmel – batteria

Ex membri

  • K. Matthes – basso (1997–1998)
  • Michael “Der Hölzer” Brill – basso (1999–2000)
  • Sebastian “Berg” Morbach – basso (1996–1997, 2000–2005)
  • Birgit Lages – basso (2005–2006)
  • Theresa “2T” Trenks – viola (1997–2006)
  • Daniel “DF” Fröbing – tastiera (1995–2007)

 

Biografia

Gli Eisregen (tradotto in Italiano con “Pioggia di ghiaccio”) nascono nel 1995 a Tambach-Dietharz, un villaggio della Turingia.

Tutti i membri fondatori facevano parte di altri gruppi prima di aderire al progetto Eisregen, nato dalla collaborazione tra Michael Roth e J. Vincent che realizzarono il demo “Mysterien der Nacht”, appunto sotto il nome Eisregen.

Successivamente lo stesso Roth formó con Michael Lenz, Daniel Fröbing e Ronny Fimmel il nucleo originario della band, con cui realizzó il demo “Das Ende des Weges”.

Per ammissione dello stesso Roth il progetto Eisregen era stato concepito per realizzare sei album, ciascuno fissato molto prima della pubblicazione. Secondo i piani dopo il sesto album (“Menschenmaterial”, mai pubblicato) la band si sarebbe sciolta.

Tuttavia nel 2006 gli Eisregen hanno prolungato il loro contratto discografico con la Massacre Records fino al 2010, dichiarando che avrebbero continuato a lavorare insieme e realizzando negli anni successivi gli album “Blutbahnen” (2007), “Knochenkult” (2008) e “Schlangensonne” (2010). Sempre con la stessa etichetta, la band pubblica “Rostrot” (2011), “Todestage” (2013) e “Marschmusik” (2015)

Stile

Nei primi album della band era molto più forte la matrice black che non nei successivi. I violini, che ora sono tipici delle sonorità del gruppo comparvero con “Krebskolonie”, da molti considerato il loro migliore album.

Testi e censura

Per i contenuti dei loro testi, tre album degli Eisregen sono stati censurati dalle autorità tedesche.

Diversamente dalle normali “censure” (vendita vietata ai minori), l’album “Krebskolonie” è vietato in Germania e non può essere suonato e ascoltato pubblicamente: questo significa che anche ai concerti, la band non può suonare nessuna canzone, nemmeno davanti ad un pubblico interamente adulto.

La motivazione di un tale provvedimento sta nel contenuto dei testi, definiti dalla BPjM (l’organo tedesco preposto a tale compito) come crudeli, inumani, misogini e brutali.

Gli Eisregen non si sono potuti difendere perché la casa discografica, la Last Episode (abbandonata dopo questo episodio), non li aveva informati.

Successivamente Michael Roth ha spiegato in varie interviste che le intenzioni del gruppo nello scrivere quei testi erano diverse da quanto inteso dalla BPjM, ma questo non è valso la revoca della censura che, anzi, ha colpito altri due album, seppure in forma più leggera.

Nonostante la censura e la critica per il contenuto dei testi, gli Eisregen hanno affrontato spesso anche temi sociali e storici, come nel caso di “Eisenkreuzkrieger”, che tratta della battaglia di Stalingrado, o in altri brani tra cui “Schwarze Rose”, sulla durezza della vita e le diffcoltà degli anziani; “Ripper von Rostow”, ispirata al serial killer ucraino Andrei Chikatilo o “17 Kerzen am Dom”, sulla strage di Erfurt.

Traduzione da Wikipedia Tedesca e Inglese

Discografia

Album in studio

  • 1998 – Zerfall
  • 1998 – Krebskolonie (censurato)
  • 2000 – Leichenlager
  • 2001 – Farbenfinsternis (censurato)
  • 2004 – Wundwasser (censurato)
  • 2007 – Blutbahnen
  • 2008 – Knochenkult
  • 2010 – Schlangensonne
  • 2011 – Rostrot
  • 2013 – Todestage
  • 2015 – Marschmusik
  • 2017 – Fleischfilm

Singoli

  • 1997 – Fleischhaus, 7
  • 1999 – Fleischfestival
  • 2005 – Hexenhaus
  • 2007 – Eine Erhalten
  • 2011 – Madenreich
  • 2014 – Flötenfreunde
  • 2015 – Brummbär

Live

  • 2009 – Bühnenblut

Varie

  • 2012 – Krebskollektion

Demo

  • 1995 – Mysterien der Nacht
  • 1996 – Promo 96
  • 1996 – Das Ende des Weges

Video

  • 2001 – Lager Leipzig
  • 2005 – Elektro-Hexe
  • 2012 – Mutter der Mann mit dem Koks ist da